Cantina


Benchè la cantina ideale possa cambiare in base alle idee, alle aspettative di ciascuno di noi, esistono dei principi oggettivi di base da rispettare. Il vino, essendo uno sostanza delicata ed in continua evoluzione, va conservato in luogo protetto ma anche areato, sicuro, umido, fresco, a riparo da vibrazioni, esente da fonti di cattivo odore. Per questo motivo nell'adibire il locale della nostra cantina abbiamo tenuto conto di determinate
caratteristiche climatiche e fisiche.

Umidità:

sulla base dell 'esperienza acquisita nel tempo, si è constatato che il parametro umidità, in genere meno considerato, è invece quello da da tenere più sottocontrollo.

Temperatura:

la temperatura deve mantenersi costante lungo il corso dell'anno; i bruschi cambiamenti sono estremamente dannosi per il vino, che si contrae e si dilata al variare della stessa. Se la temperatura è troppo elevata infatti il vino evolve più in fretta, matura ed invecchia prima, contrariamente se la temperatura è troppo bassa potrebbero avere luogo lunghe precipitazioni dell'acido tartarico che in qualche modo impoverirebbero il vino.

Luce:

la cantina deve essere buia; infatti anche la luce è energia, che il vino accumula provocando l' aggregazione e la precipitazione dei polifenoli; di conseguenza un vino esposto alla luce invecchia più velocemente.

Odore:

il vino ha la propietà di assorbire odori, è necessario quindi evitare nel locale la presenza di odori indesiderati.

Gallery


CasalventoCasalventoCasalventoCasalvento